Calendario



luglio
LMMGVSD
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
agosto
  12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  


Bacheca



Orario Biblioteca - Orario della Biblioteca: dal lunedì al venerdì ore 10.30-13.30 # ...


informazioni generali - Tutte le manifestazioni con * sono aperte al pubblico sino ...



Data di inizio: Lunedì 15 Ottobre 2018
Data di fine: Lunedì 01 Aprile 2019
Costi: Quota: Euro 110,00 Soci: Euro 55,00
Durata: 12 incontri quindicinali il lunedì dalle ore 17,30 alle ore 18,45
Stato: Sono aperte le iscrizioni: clicca iscriviti oppure chiama la Segreteria al numero 0286462689

Dettagli
MILANO DOPO L’UNITA’ D’ITALIA
Il corso affronterà gli anni dopo l’Unità d’Italia, tratteggiando di essi un quadro storico, sociale ed economico, di una città in profonda trasformazione.
Milano seppe darsi un volto nuovo a cominciare dalla toponomastica, ad esempio corso Francesco, che ricordava le tristezze della dominazione austriaca, divenne corso Vittorio Emanuele e Porta Tosa divenne Porta Vittoria. Si volle adottare una numerazione civica abbandonando quella istituita da Maria Teresa. Mutò anche l’architettura. Abbandonato lo stile classicheggiante dei vari Piermarini, Canonica e Cagnola, si manifestò un’ampia libertà di scelta fra i vari linguaggi architettonici, con diverse ispirazioni che si rifacevano agli stili del passato.
Piazza del Duomo ebbe la priorità per il suo rifacimento e l’architetto Mengoni presentò un progetto che raccolse molti consensi nella cittadinanza. Piazza di 180 metri per 130 con ai lati palazzi dotati di portici e la possibilità di costruire una galleria che sboccasse direttamente in Piazza della Scala. L’attuazione del progetto avrebbe comportato l’abbattimento del Porticato del Figini, d’origine medievale e i fatiscenti palazzi che lo attorniavano. Ma anche le strade d’accesso alla piazza rinnovata partirono in parallelo; quindi, si aprì una via più larga per accedere al Cordusio (via Mercanti), abbattendo la Pescheria Vecchia e la porta dei Fustagnari. Tali lavori finirono nel 1877. Per ultimo fu ultimato il lato prospiciente il Duomo per sopravvenute
difficoltà finanziarie.
La conquistata libertà determinò la nascita di numerosi quotidiani: Il Pungolo, la Perseveranza, il Corriere della Sera e numerosi altri ancora ed essi contribuirono in
modo determinante a formare l’opinione pubblica.
Nacque a Milano in questi anni il movimento della Scapigliatura, termine proposto per la prima volta da Cletto Arrighi in un suo celebre romanzo: “La Scapigliatura e il sei febbraio”.
Intanto, la città usciva dai tradizionali confini dei bastioni e si andavano formando, laddove da secoli era campagna, nuovi quartieri.

INFORMAZIONI ED ISCRIZIONI IN SEGRETERIA
dal lunedì al venerdì ore 10-18

Le iscrizioni vanno effettuate entro l’8/10/18


N.B. L’avvio del corso è subordinato ad un numero di partecipanti sufficiente a coprire le spese sostenute dal Circolo Filologico Milanese. Nel caso di sciopero dei mezzi pubblici di trasporto le lezioni saranno sospese e recuperate. Per i non soci sono previsti sconti nel caso di iscrizione a più corsi: 10% per 2 corsi, 15% per 3 corsi, 20% per 4 o più corsi.



Per ulteriori info: Telefono 02.86462689
e-mail: circolo@filologico.it

Orario di Segreteria: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 (orario continuato)



Contatti




Indirizzo: Via Clerici 10, 20121 Milano

Telefono: 02.86462689

Fax: 02.86462704

Mail: circolo@filologico.it

Orario di Segreteria: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 18 (orario continuato)


Credits

iscriviti alla newsletter

inserisci la tua e-mail